Hotel

10 hotel da red carpet (quando l’albergatore è famoso)

Un hotel può realmente essere più attraente se porta il nome di un personaggio del mondo dello spettacolo o dello sport? Se, come succede a me, quando soggiornate in un luxury hotel vi illuminate d’immenso, continuate a leggere il mio articolo per scoprire le migliori strutture alberghiere, sparse in tutto il mondo, in cui il proprietario/albergatore è famoso. Potreste trovare il vostro buen retiro, l’hotel che conquista il vostro cuore.

Palazzo Versace

Versace è Versace. Il Palazzo, situato in Australia, nella Gold Coast, famosa per le lunghe spiagge bianche e le magnifiche acque, è la quintessenza del lusso, dell’opulenza e rappresenta in tutto il suo splendore l’inconfondibile stile di Donatella Versace. L’hotel dispone di 205 stanze eleganti, 72 condomini dislocati nei dintorni, 3 ristoranti pluripremiati, un porticciolo privato, e Salus Per Aquum, il cui nome deriva dalla frase latina che significa “Salute attraverso l’acqua”, centro benessere ispirato alla tradizione europea delle terme.

Cromlix Hotel

Forse non tutti sanno che Andy Murray, campione scozzese di tennis, è proprietario del Cromlix Hotel di Dunblane. Un’occasione che ha colto… con una volée, tanto per restare in campo sportivo, quando ha saputo che la struttura era in vendita. Si tratta di una country house di epoca vittoriana, costruita nel 1880 che, nonostante la ristrutturazione da parte di moderni designer, ha mantenuto inalterata l’anima del luogo. Solo 10 camere e 5 suite super confortevoli, dotate di tutte le tecnologie e un ristorante gourmet all’interno di un giardino d’inverno con pareti di vetro.

The Greenwich Hotel

Il suo proprietario è famosissimo: è infatti l’attore Robert De Niro. Il Greenwich Hotel si trova a TriBeCa, quartiere trendy di New York, ed è una costruzione di mattoni a vista, tutti fatti a mano, curata dallo studio Grayling Design. Ambiente da cinque stelle, 88 camere e suite dal décor moderno, un’accogliente trattoria, Locanda Verde, dove gustare piatti di tradizione italiana preparati dallo chef Andrew Carmellini e il plus: la grande piscina situata all’interno della Shibui Spa, cosa non da poco per la Grande Mela.

Palazzo Margherita

Francis Ford Coppola oltre ad essere un bravissimo e famoso regista e produttore, il suo nome è legato al vino, ai ristoranti e anche agli hotel. Palazzo Margherita è una delle strutture di proprietà della famiglia Coppola, ed è quella a cui il regista è particolarmente affezionato perché si trova nel paese natale dove è nato suo nonno Agostino. L’hotel ha solo 9 suite, ognuna con uno stile differente, ma tutte estremamente spaziose e dotate di tutti i moderni comfort. La struttura è circondata da un meraviglioso giardino con una fontana barocca e una piscina. A disposizione degli ospiti caffè, pizzeria e cucina dove gustare i piatti della Basilicata.

The Clarence

The Clarence è stato acquistato nel 1992 da Bono e The Edge che l’hanno ristrutturato mantenendo l’architettura in stile Regency del palazzo che risale al 1852, in contrasto con gli interni moderni e lussuosi. L’hotel si trova nel cuore di Dublino, su un lato del fiume Liffey, a solo 500 mt dalla stazione della metropolitana di Heuston e a breve distanza dai luoghi più importanti della città come il quartiere del Temple Bar, il Trinity College, Christchurch e il Centro dei Servizi Finanziari irlandese.

Armani Hotel Milano

Situato a due passi da via Montenapoleone e dal quadrilatero della moda, l’Armani Hotel ha 95 camere e suite completamente disegnate dallo stilista Giorgio Armani, icona del panorama internazionale della moda. L’hotel dispone di tutto ciò che il jet set che lo frequenta si aspetta di trovare: dal ristorante di cucina italiana, al sofisticato Bamboo Lounge Bar, situati al settimo piano, dalle vetrate alte quasi sette metri con vista sulla città, alla piscina, la palestra, fino alla Spa di 1200 mq.

Big Sleep Hotel

Un hotel smart ed economico che dovrebbe esserci in ogni città. Per ora il Big Sleep Hotel è solo a Cardiff. John Malkovich è uno degli azionisti di riferimento della società alberghiera che si sta già organizzando per aprire un franchising. L’hotel ha un’ambientazione anni ’70, niente velluti e marmo, ma bianco abbinato a colori pastello, bagno in camera, servizi ridotti al minimo, niente ristorante e solo 14 canali televisivi, ma è situato nel cuore della città e costa meno di 100 sterline a notte e quello che risparmiate potete sempre utilizzarlo per andare a cena in qualche locale trendy.

11 Cadogan Gardens

L’hotel occupa quattro dimore vittoriane nel cuore di Chelsea, tra Harrods e Sloane Square. 11 Cadogan Gardens è un iconico boutique hotel con 56 tra camere e suite elegantemente e differentemente arredate con mobili antichi, boiserie, bagni in marmo dove non esiste una reception, ma si viene accolti direttamente da un maggiordomo ed invitati semplicemente a firmare il libro dei clienti. Quindi privacy assoluta, proprio come piace ad Elizabeth Hurley che ne è la proprietaria. Arricchiscono l’offerta il Chelsea Bar per consumare un aperitivo o sorseggiare il tè delle cinque e l’Hans’ Bar & Grill aperto tutto il giorno dalla prima colazione alla cena fino al brunch della domenica.

Hostellerie de L’Abbaye de la Celle

E’ Alain Ducasse, uno dei più grandi maestri e chef de cuisine francesi del mondo, con all’attivo una ventina di stelle Michelin, il proprietario dell’Hostellerie de L’Abbaye de la Celle. La locanda si trova in Provenza ed è adiacente a un’abbazia benedettina del XII secolo. Le dieci camere sono arredate in un elegante stile di campagna. La struttura è circondata da un grande parco con giardini, vigneti, alberi da frutta e cipressi e una bella piscina. Nel ristorante, una stella Michelin, viene proposta una cucina a km 0 con prodotti locali, alcuni provenienti direttamente dalla tenuta.

Sundance Mountain Resort

Robert Redford acquistò la proprietà di Timphaven nel 1969 e fu qui che fondò il Sundance Mountain Resort, nel totale rispetto dell’ambiente circostante. Potete scegliere tra le camere standard, i cottage – studio con angolo cottura, o le suite: tutti accomunati dall’utilizzo di materiali locali come il legno naturale e la pietra e arredati con un stile che richiama quello degli indiani d’America. Sarà super rilassante sedersi sulla veranda del vostro cottage e veder sorgere la luna alla spalle del monte Timpanagos, oppure cenare accanto al fuoco.

@TabletHotels

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento