News

E’ Kalanit Goren Perry il nuovo direttore dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo

Giovanissima come Avital Kotzer Adari che l’ha preceduta, Kalanit Goren Perry è la nuova delegata dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo a Milano.
Arriva dalla verde Galilea ed è legata all’Italia a seguito della sua passione per i viaggi, per il cinema, per il buon cibo e per la “bellezza” in generale. Finito il servizio militare, Kalanit inizia a viaggiare per un lungo periodo: dall’Irlanda, agli Stati Uniti fino al Sudafrica e all’Estremo Oriente, passione che la porterà ad impegnarsi con grande originalità all’interno del Ministero del Turismo di Israele.
Tra le varie tappe del suo viaggio c’è anche l’Italia. Nello specifico Roma, dove si è fermata per quasi due anni iniziando un ciclo di studi universitari, frequentando Scienze dello Spettacolo presso l’Università La Sapienza, concludendo poi il percorso di studi in Israele con una laurea triennale in cinematografia con tesi in Sound Design. Il secondo ciclo di studi lo ha intrapreso in Scienze Politiche e Diplomazia internazionale con progetto finale dedicato alla comunicazione Visual.
Conclusi gli studi ha lavorato per un certo periodo all’Interno della Società della Protezione della Natura (SPNI) concentrandosi su specifici progetti di marketing, approdando poi al Ministero del Turismo di Israele attraverso la frequenza al celebre corso di Cadetti a cui hanno fatto seguito l’impegno nel desk Europa e in quello specifico per lo sviluppo del turismo outdoor, coniugando così competenze di marketing con l’interesse per la cultura e la passione per la natura, progettando e realizzando anche l’organizzazione di eventi sportivi internazionali collegati principalmente con il turismo avventura.
Natura, deserto, Eilat, Negev: sono le parole chiave nel lavoro di promozione realizzato da Kalanit in collaborazione con DMC israeliani e Tour Operator Internazionali e, naturalmente, con la rete del territorio, al fine di comunicare alcuni degli aspetti più originali e interessanti della destinazione, sconosciuti talvolta al grande pubblico.

Raccogliendo l’eredità dello straordinario lavoro fatto fino a questo momento è mio grande desiderio intensificare la comunicazione, sia tradizionale sia social e digitale, attraverso l’impiego di mezzi comunicativi sempre più sofisticati la cui competenza abbiamo appreso in questi mesi.” ha dichiarato Kalanit “Il mio obbiettivo è quello di far crescere tutti i settori del turismo verso Israele, dal più tradizionale turismo religioso al turismo leisure, avventura e sportivo, promuovendo i differenti brand, entrando nel cuore dei turisti italiani desiderosi di ritornare nella nostra splendida Israele”.

Tanti auguri Kalanit!

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento