francobolli
Viaggi

La Svizzera si colora di rosa e celebra le donne

In occasione dei 50 anni dell’introduzione del diritto di voto delle donne, la Svizzera si veste di rosa e festeggia con una serie di eventi, mostre e tanto altro, tutti declinati al femminile.

100% Women Challenge

A cominciare dalla montagna, con il lancio di 100% Women Peak Challenge, che allacciandosi all’anniversario dell’inglese Lucy Walker, prima donna a scalare il Cervino esattamente 150 anni fa, invita le donne a scalare dall’8 marzo all’8 settembre 2021, le 48 cime più alte -oltre i 4000 mt- della Svizzera, in formazioni tutte al femminile.
Dureranno invece un anno dall’8 marzo 2021 al 8 marzo 2022 con 100% Women, le oltre 200 tra attività sportive outdoor ed eventi vari, di grande importanza proprio durante la pandemia, rivolti non solo alle alpiniste esperte, ma anche a donne sportive, ma con meno esperienza in questo ambito, che vogliono provare l’esperienza di scalare una vetta di oltre 4000 mt, accompagnate da una guida alpina donna oppure partecipare ad una delle tante altre proposte a loro dedicate.

Kunsthaus Zurigo

A Zurigo dal 10 aprile 2021 al 12 febbraio 2022 al Kunsthaus Museum uno speciale itinerario al femminile attraverso opere d’arte di artiste note e meno note, che rappresentano le donne come artiste, mecenati, muse e modelle. Mentre al Museo Nazionale Svizzero, è stata inaugurata la mostra “Donne. Diritti – Dal secolo dei Lumi ai giorni nostri” aperta fino al 18 luglio 2021, che illustra i 200 di lotta per i diritti civili e politici delle donne in Svizzera, attraverso materiale concesso dalle istituzioni svizzere e anche diverse testimonianze provenienti da collezioni internazionali. La mostra è curata da Denise Tonella, da aprile nuova direttrice del museo.

Berna

Anche Berna celebra l’anniversario del suffragio femminile con 52 ritratti di donne svizzere che hanno lottato  per le pari opportunità, esposti nel centro storico della città dal 7 febbraio al 30 giugno 2021. Da marzo a novembre, saranno effettuate visite guidate a tema per scoprire la presenza delle donne nell’architettura e nelle opere artistiche del Palazzo Federale. Sempre nel Palazzo dal 25 ottobre al 20 dicembre 2021, sessantasette artiste provenienti da tutta la Svizzera prenderanno parte al Progetto artistico SGBK.

Kunstmuseum Basel

Sempre su questo tema a Basilea presso il Kunstmuseum dal 01 aprile al 02 dicembre 2021, la mediatrice d’arte Iris Kretzschmar condurrà le visitatrici e i visitatori nell’universo femminile, attraverso un viaggio divertente ed originale tra le opere del museo. Dal 20 marzo al 20 giugno una mostra personale dedicata all’artista svizzera Sophie Taeuber-Arp, mentre dal 5 giugno al 26 settembre 2021, sarà la volta dell’artista americana Kara Walker che mostrerà per la prima volta centinaia di disegni che finora ha tenuto sotto chiave. La Walker rappresenta in chiave oscena temi quali razzismo, identità di genere, sessualità e violenza.

Lausanne

Anche Losanna celebra le sue Grandi Donne, ha infatti dato i natali ed ospitato molte importanti personalità femminili: da Coco Chanel che aveva un legame particolare con la città e che ha voluto essere seppellita proprio qui al cimitero di Bois-de-Vaux, così come il suo cane; a Madame de Staël, scrittrice illuminata e donna di grande intelletto, considerata una delle ispiratrici del Romanticismo, che da giovane ha vissuto nello Château de Beaulieu, sede della Collection de l’Art Brut e in seguito per alcuni anni anche all’Elysée, elegante dimora dove amava incontrare pensatori, scrittori, esuli di varie nazionalità. E c’è un filo rosa che unisce questi luoghi, al vertice infatti vi sono tutte donne: da Sarah Lombardi della Collection de l’Art Brut, a Tatyana Franck del Musée de l’Elysée,  fino ad Angelina Teo che dirige il Museo Olimpico.

trekking a cavallo

Tanti gli eventi in rosa anche in Ticino, la regione più soleggiata della Svizzera, che toccano quattro ambiti: sport, wellness-detox, gastronomia e arte. Ventisei le attività tutte al femminile da svolgere nelle quattro regioni, per esempio trekking a cavallo, yoga, viaggi sonori nei luoghi energetici, scoprire il linguaggio segreto degli alberi, la combinazione e-bikewellness-degustazione vini, lasciar andare la creatività in cima a Monte San Salvatore dipingendo guidati dall’artista Joanne Finnegan, picnic nei vigneti oppure fra i grotti di Cesio attraverso un percorso didattico lungo circa 45 minuti. Da aprile a ottobre si può prenotare, nel Negozio Val Magìa di Cevio, un cesto picnic con prodotti locali al prezzo di CHF 20.–, da gustare su un antico tavolo in pietra lungo il sentiero per poi finire la giornata con una visita la Museo Valmaggia.
Questa è solo una parte degli eventi al femminile che si svolgeranno in Svizzera, perché il 2021 sarò un anno pieno di attività, naturalmente in totale sicurezza e rispettando le regole anti Covid.

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento