Diario di una It-girl

Come scegliere il miglior arricciacappelli

Chi li ha ricci li vorrebbe lisci, chi li ha lisci li vorrebbe ricci. Non siamo mai soddisfatte dei nostri capelli, ma se fate parte della seconda categoria e avete voglia di cambiare pettinatura e di una chioma vaporosa, con boccoli glamour o con morbide onde ci sono dei validissimi modi per realizzarli, soprattutto senza rovinare i capelli e comodamente a casa vostra.
Ma quali sono i migliori ferri arricciacapelli? Sul mercato ce ne sono tanti, ma come scegliere quello più adatto alle nostre esigenze?
Ci sono degli aspetti fondamentali da prendere in considerazione prima di procedere alla scelta e all’acquisto. Innanzitutto è estremamente importante testare l’impugnatura: un manico troppo grande, spigoloso o liscio non ci permette di agguantare per bene il ferro, ostacolando la creazione del riccio perfetto. Dunque meglio scegliere apparecchi dall’impugnatura ergonomica e antiscivolo, per maneggiare in tutta sicurezza il ferro e creare i ricci che vogliamo in pochi minuti. Poi è essenziale puntare a ferri arricciacapelli dotati di piastre in ceramica che, scaldandosi meno e in maniera più uniforme rispetto a quelle classiche, non aggrediscono i capelli, garantendo così un ottimo risultato e non danneggiando la struttura dei nostri capelli.
Adesso, in base al tipo di boccolo o onda che vogliamo creare, e al look che vogliamo prendere, possiamo passare alla scelta dell’arricciacapelli.
Ecco le principali tipologie: il ferro arricciacapelli cilindrico ha la piastra con forma a cilindro e serve per realizzare capelli mossi con boccoli larghi; quello dalla forma a spirale, lungo la quale si colloca la ciocca, funge da guida e facilita l’utilizzo per creare dei boccoli ordinati. Anche il ferro arricciacapelli a palline o sfere agevola l’avvolgimento delle ciocche e serve per creare boccoli ordinati, perché ogni giro della ciocca ha la stessa distanza. Il ferro arricciacapelli a tre o triplo (esiste anche la versione a cinque) è dotato di tre tubi lungo i quali si avvolgono i capelli per ottenere un look dai capelli ondulati, che ricorda Jessica Rabbit. Il ferro arricciacapelli dalla forma conica invece permette di creare boccoli con diametro più largo nella parte superiore e più stretto in quella inferiore. Poi esiste quello a punta stretta, che ha le stesse caratteristiche di quello conico ma con un diametro più piccolo, quindi i ricci sono più stretti. Poi ci sono il ferro arricciacapelli dal diametro grosso, con cui si realizzano boccoli ampi e capelli con onde più grandi e morbide. E quello piccolo di diametro che serve per creare boccoli strettissimi, in stile afro ed è perfetto per chi ha i capelli corti. E per ultimo c’è il ferro arricciacapelli automatico, è semplicissimo da usare perché non serve avvolgere la ciocca in quanto il ferro in automatico risucchia i capelli, li avvolge e poi libera il boccolo. Si utilizza solo su capelli lunghi o medi e permette così di creare boccoli di media dimensione.
Prima di utilizzare il ferro arricciacappelli è necessario asciugarli bene con il phon, dopo aver fatto uno shampoo seguito dall’applicazione di un balsamo ammorbidente e di un prodotto volumizzante.

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento