il libro Piatto d'Autore
Diario di una gourmet

Piatto d’autore ci sono anch’io!

Che bella soddisfazione! Vedere la mia ricetta inserita nel libro “Piatto d’Autore – 150 di gusto italiano”. Il 24 gennaio, si è conclusa la kermesse alla quale ho partecipato, ideata e organizzata da Grazia Saporiti, titolare di CM Comunicazioni: un viaggio tra i gusti d’Italia assaporato nella splendida sala Giardino Colonne dell’Hotel Westin Palace di Milano.

“150 anni di gusto italiano” è stato il fil rouge della V edizione di Piatto d’Autore 2012, Premio Nazionale Giornalistico Gastronomico a cui hanno partecipato giornalisti di carta stampata, web e tv inviando una ricetta. Ho partecipato anch’io con un primo piatto (adoro i primi 😉 la Carbonara di Verdure (in un altro post vi svelerò la ricetta). Non ero tra i finalisti, ma la mia ricetta è stata pubblicata nel libro. E per me questa è stata già una grande vittoria.

La particolarità di questa edizione è stata, senza dubbio, la nuova sezione della competizione “Piatto d’Autore ILoveBeer”, che ha permesso proprio alla birra di “partecipare” alla serata in qualità di protagonista di numerose ricette. E proprio due ricette “alla birra” hanno conquistato il primo e il secondo premio.

Alla serata di gala i 13 finalisti hanno cucinato in diretta i loro piatti, sotto lo sguardo degli invitati e della giuria composta da numerosi chef stellati e non, e anche da giurati “non tecnici” ma sempre legati al mondo del cibo e della ristorazione. Ecco i quattro giornalisti vincitori: Alex Guzzi del Corriere della Sera con l’Arista all’agro di birra si è aggiudicato il primo premio, il più ambito della serata, la Pentola d’Oro di Baldassarre Agnelli, il secondo premio, un robot da cucina Kitchen Aid è andato a Carla Chelo -News Mediaset con la Zuppa di farro con fagioli e birra. Il terzo premio, un piatto in pelle piurpurea realizzato a mano dall’artista umbro Stefano Conticelli di Bottega Conticelli, è stato consegnato a Sara Tieni di Vanity Food, grazie al suo Risotto all’Amarone con coscette di quaglia cxaramellate e fonduta di Bitto, mentre il quarto ed ultimo premio, un vaso di ceramica dipinta, è stato donato dall’APT Umbria a Cristina Ceci di D La repubblica, la quale ha voluto rendere omaggio alla sua terra d’origine preparando i Fusilli alle olive ripiene all’ascolana scoppiate.il tricolore interpretato da Tre SpadeAle,Isabel & GiulianamenùGrazia Saporiti premia Alex Guzzii vincitori di Piatto d'Autore Bellissima e divertente serata per me e la mia amica Alessandra che mi ha accompagnato alla cena, eravamo al tavolo “melanzana” in compagnia di persone simpaticissime, tra cui la siciliana Giuliana.

N.B. le foto pubblicate sono state gentilmente concesse dal bravissimo Ezio Zigliani.

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento