Hotel Ristoranti

Soggiorno regale a Villa Principe Leopoldo

Il mio motto è: andrò sicuramente all’inferno, ma che almeno ci sia un Relais & Chateaux.
I Relais & Châteaux sono i miei preferiti ed è proprio a questa catena che appartiene Villa Principe Leopoldo.

L’hotel è situato in cima alla Collina d’Oro, un’elegante quartiere residenziale di Lugano, da cui si gode una vista impareggiabile del lago di Lugano. La villa era la residenza di Federico Leopoldo, generale di cavalleria e discendente dalla famosa dinastia tedesca degli Hohrenzollern, cognato dell’Imperatore Guglielmo, che aveva scelto questo luogo per trascorrervi le vacanze. Nel 1986 è stata trasformata in hotel prestigioso: un trionfo di specchi, marmi, mobili antichi, tappeti preziosi, fiori e piante dappertutto. Il Principe Leopoldo da allora ha ospitato numerose personalità delle più grandi famiglie nobiliari d’Europa.

Potrete scegliere tra 37 spaziose suite chiamate con le lettere dell’alfabeto, disposte su due piani, tra Signature, Princess Garden, Panorama (io ho soggiornato in questa), Deluxe e Junior Suite, affacciate sul giardino o sul lago e caratterizzate da un arredamento raffinato, dal sentore regale con divani in broccato, marmo e seta, dettagli metallici e motivi floreali romantici.

L’accoglienza principesca prosegue presso il ristorante Principe Leopoldo, accolti con gentilezza e professionalità dal maître Claudio Recchia e dal sommelier Gabriele Speziale, e viziati dalla cucina, premiata da anni con 16 punti Gault Millau, dello chef de cuisine Cristian Moreschi che, dopo sette anni al fianco di Dario Ranza, chef executive della struttura per trent’anni, nel 2019 ne riceve il testimone. Il giovane chef ha scelto la linea della continuità,  sia sulla scelta dei prodotti, giusto per citarne alcuni: il coniglio, la triglia, l’ortica, sia per la preparazione dei piatti da lui creati, che sulle consistenze e le cotture, confrontandosi spesso con le culture e realtà culinarie di altri Paesi. Il tutto con un tocco personale in cui il senso del colore è altamente sviluppato.

Nel menu che abbiamo assaggiato, piacevoli ricordi di uno strepitoso crudo di capesante, gambero rosso, pompelmo e Campari; ma anche il polpo scottato con ceci, timo e limone, e il filetto di coniglio, pane, puntarelle e alici del Cantabrico sono degni di nota. Come primo vi consiglio i goduriosi gnocchetti di polenta al sugo di fegato d’oca e la sua scaloppa, e i classici ed eleganti tortelloni al Buscion ed erbette con burro e salvia. Come secondo noi abbiamo optato per un superbo tournedos de filet de boeuf alle noci, porri e mosto. Tra i dolci è assolutamente da provare il tortino fondente al cioccolato e pera Williams, realizzato con la miscela “Or Noir”, elaborata in esclusiva per Villa Principe Leopoldo dove profumo, equilibrio e acidità si fondono in armonia. Se invece preferite qualcosa di più fresco il Vacherin glacé allo sciroppo di bacche di sambuco all’Hugo è l’ideale. E per chi come me le adora, vengono proposte anche le crêpes flambées, preparate direttamente al tavolo dal maître. Sempre gradite. La carta dei vini è ampissima con etichette provenienti da tutto il mondo, tra cui una grande offerta di champagne. Noi abbiamo bevuto due autcotoni: Bianco del Ticino Vinattieri 2018 e Merlot Riserva 2016 di Villa Principe Leopoldo, prodotto nel Vigneto Collina d’Oro di proprietà dell’hotel.

La prima colazione viene servita nella Limonaia, un luminoso giardino d’inverno con vista sul lago e sulla piscina old style della villa con delfini di pietra da cui sgorga l’acqua, dove nuotare e prendere il sole.

Per un light lunch o un aperitivo serale invece ci si accomoda al bar Principe, cuore della villa, dove lo chef barman Mario Lanfranconi invita a sorseggiare uno dei cocktail signature, o semplicemente une coupe de champagne accompagnata da ostriche con aceto di lampone, scalogno e limone, o a scoprire l’esclusiva selezione di distillati e liquori, magari godendosi il tramonto con un piacevole sottofondo di musica dal vivo.

L’hotel dispone di un piccolo, ma raffinato spazio benessere: la DOT.Spa, usufruibile dai clienti solo su prenotazione, dotata di sauna, idromassaggio, hamman e zona relax, in cui si viene coccolati da personale qualificato con massaggi, trattamenti viso e corpo eseguiti con prodotti di esclusive linee internazionali.
Villa Principe Leopoldo rappresenta completamente le 5 C che contraddistinguono la catena Relais & Châteaux: Charme, Courtoisie, Caractère, Calme e Cuisine.
Da dimora regale ad hotel di prestigio, Villa Principe Leopoldo rappresenta il lusso d’altri tempi per tutti coloro che desiderano trascorrere un soggiorno principesco a Lugano.

Villa Principe Leopoldo
Via Montalbano 5
6900 Lugano (CH)
Tel. 0041 91 9858855
www.leopoldohotel.com

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi