lo staff del Vita Nova
Ristoranti

Vita Nova

Vita Nova come l’opera di Dante, da cui ha preso spunto il ventinovenne Roberto Giannoni per dare il nome al suo locale situato alle porte di Brescia.

Il bresciano Roberto è un mancato medico, infatti ha abbandonato gli studi di medicina per buttarsi nel campo della ristorazione, trasformando una grande passione in professione vera e propria.

Dopo un corso professionale presso la Casta Alimenti condotto dallo chef Roberto Carcangiu, Roberto Giannoni colleziona varie esperienze lavorative presso ristoranti di alto livello come Miramonti L’Altro di Philippe Léveillé, Dispensa dei Pani e dei Vini di Vittorio Fusari, con una capatina anche oltralpe in Danimarca presso il giapponese Damindra, per ritornare in Italia ed imparare anche il lavoro in sala nello staff del Carlo Magno di Beppe Maffioli.

Decide quindi di realizzare il suo sogno nel cassetto con delle persone giovani e promettenti come lui con la voglia di rischiare e di mettersi in gioco e con la stessa passione per la ristorazione. Incontra tre giovanissimi professionisti, con alle spalle esperienze significative, che hanno creduto nel suo progetto: il ventiduenne Francesco Fascella, chef del Vita Nova, Alessio Guerriero, ventisette anni, che lo affianca in cucina, specializzato negli impasti e nella pasticceria e Erdjan Misini, di solo ventidue anni, ma già un professionista, che si occupa del servizio di sala. L’età media dello staff è bassissima: solo venticinque anni.

Colori neutri, luci soffuse e dettagli particolari con un tocco di provenzale nell’arredamento, danno al locale un’atmosfera elegante, calda e accogliente.

Il Vita Nova ha compiuto in questi giorni un anno e per festeggiare questo speciale compleanno i quattro ragazzi hanno deciso di creare un menù degustazione a sorpresa, estrapolando dai sei menù che sono stati proposti dall’apertura del locale ad oggi, i piatti più graditi dai clienti che sono passati dal ristorante.

E’ cosi nato un menù di sette portate, che spazia dalla carne al pesce, iniziato con un accattivante amuse-bouche di crema di castagne con sferetta di Bagoss, per poi passare a due antipasti: zuppa di gamberi rossi e persico in brodo dashi, dal delicato e estremamente gradevole sapore, e culaccia di Langhirano 16 mesi di stagionatura con una focaccia ai sette cereali e spuma di porcini. Abbinato a Crémant Rosé Bouvet.

Seguito da due primi piatti diversi tra di loro, ma entrambi ottimi, il tradizionale risotto allo zafferano con quaglietta al forno, jus di vitello e tartufo nero e i ravioloni al granchio reale con bisque di crostacei delicata, piatto più innovativo che ha catturato subito la mia attenzione per l’eccellente gusto e un ricordo francese nella golosa bisque. Un Roero Arneis, leggermente barricato, delle Tenute Carretta si è sposato benissimo a questi ultimi piatti.

Sempre due i secondi proposti, due interpretazioni dell’innovazione e della tradizione concretizzatisi in una capasanta al curry su crema di ceci e guancina di vitello su crema di zucca e salsa al vino rosso caramellato accompagnati da un vino del 1999 Corniole di Cavalleri.

Dulcis in fundo, è proprio il caso di dirlo, dopo un originale bicchierino di acqua di cedro con zucchero di canna e polvere di Campari per pulirsi la bocca, è stata servita una crème brulée al limone, leggera ma gustosa al tempo stesso.

Originale la pallina da golf con il logo del Vita Nova messa come segna a posto a tavola. Il locale infatti è adiacente al Golf Country Club di Brescia.

Il menù segue la stagionalità, buona la carta dei vini con proposte italiane ed anche francesi, selezionata dallo stesso Roberto Giannotti.

Un’ottima cena che ha soddisfatto il mio palato e anche quello degli altri ospiti presenti e che ha fatto conoscere l’ottima mano dei due chef Francesco e Alessio nell’interpretare le materie prime di qualità e la professionalità ed affabilità di Roberto ed Erdjan nell’accogliere i clienti.

Come i quattro moschettieri “uno per tutti e tutti per uno”, in questa avventura che li condurrà sicuramente lontano.

 

Ristorante Vita Nova

Via Stretta 48

25128 Brescia

Tel. 030 -2091464

Giorni di chiusura: domenica sera e lunedì

www.ristorantevitanova.it

 

P.S. forse un po’ penalizzato dalla zona in cui è collocato, ma quando entrerete al Vita Nova vi dimenticherete di ciò che vi circonda perché verrete sorpresi dalla deliziosa cucina e dall’atmosfera chic del locale!interno del Vita Novai piatti del Vita Nova

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento