degustazione Champagne Encry a GustoCortina 2013
Vino

Degustazione di Champagne Encry: un terroir tutto italiano

Appena sento la parola champagne, come si suol dire, “mi si rizzano le antenne”. Ormai lo sanno tutti che è il mio vino preferito… E quindi non potevo di certo perdermi la degustazione dello Champagne Encry che si è tenuta a GustoCortina.

Lo Champagne Encry, ha l’anima che parla italiano ed anche il cuore. Il proprietario infatti è l’italiano Enrico Baldin. L’attività principale di Baldin è l’ingegneria naturalistica. Non fatemi spiegare nello specifico di cosa si tratta, perché io di queste cose ci capisco poco, ma quello che mi ha affascinato è la storia che ha raccontato.

Trovatosi, per caso, nella regione della Champagne, per un intervento di idrosemina, innamoratosi della zona (e come non si può innamorarsene?!?) ha deciso di realizzare un sogno e anche un progetto: produrre champagne. E così, appoggiato dalla compagna Nadia, ha investito le sue risorse sia economiche che progettuali, con l’aiuto di un vigneron che gli ha concesso tre ettari di terreno e con l’aiuto del quale ha cominciato a produrre champagne, rendendolo però più secco possibile, più adatto al gusto italiano.

Lo Champagne Encry non fa barrique per non globalizzare il gusto, dalla vendemmia l’uva passa direttamente in acciaio inox, poi malleoattica, per renderlo morbido e acido costante, e viene poco dosato con la liqueur.

Il primo dei quattro champagnes degustati è il Grand Rosé Prestige (95% Chardonnay Mesnil – 5% Vin rouge Bouzy), prodotto più giovane, tipicamente femminile, per quanto riguarda il colore sono le donne che lo giudicano. Si ritrova l’eleganza dello Chardonnay e una lievissima parte di frutto rosso.

Il secondo è il Blanc de Blanc Grande Cuvée Brut 100% Chardonnay, tipico espressione dello champagne a tutti gli effetti, alla beva tende a seccare il palato, piacevolmente sapido, con una bollicina molto dosata, adatto a tutto pasto più che a un aperitivo.

Il terzo è il Millésime 2005, 100% Chardonnay vira al fruttato più maturo, note di frutta secca, delicato, molto elegante, bollicina delicata non troppo invadente, è armonico in tutti i sensi. Champagne di gran carattere con un buon potenziale di invecchiamento.

L’ultimo è lo Zéro Dosage 100% Chardonnay, Un Blanc de Blancs allo stesso momento tradizionale e moderno, perché espressione del suo territorio, ma con uno sguardo al futuro scegliendo l’essenzialità.Champagne Encry a GustoCortina 2013degustazione Champagne Encry a GustoCortina 2013Enrico Baldin e Alessandro Scorsone

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento