Ortobello
Ristoranti

Ortobello: un angolo di verde e gusto a Milano

In origine c’era un chiosco che vendeva pane e mortadella. Oggi, al suo posto, c’è Ortobello, un delizioso ristorantino con un piccolo orto, sì avete letto bene, coltivato con amore e che fornisce ortaggi, erbe aromatiche e tanti spunti per realizzare le gustose ricette proposte, all’insegna di una cucina semplice, genuina.

l'angolo dedicato all'orto

l’angolo dedicato all’orto -Photo Credits @ortobello

Situato in zona San Siro, è stato aperto nel 2014 dalla famiglia Mazzeo, già alla guida del mitico Chiringuito, primo locale nel suo genere a Milano, che ha saputo inventare un restyling che ne trasformasse l’aspetto senza perdere l’essenza originale del posto.

interno del locale

interno del locale -Photo Credits @ortobello

Tutto invita al relax all’aria aperta: dal patio con divanetti e tavolini al gazebo con i tavoli, godendosi le piante che lo circondano e il piccolo orto coltivato all’entrata del locale. Se il Chiringuito vive attorno alla musica, Ortobello costruisce la sua identità sulla genuinità e la tradizione italiana, riscoprendo la qualità degli ingredienti “di una volta” realizzando piatti contemporanei, anche con qualche sperimentazione.
Le ricette, che seguono rigorosamente il cambio delle stagioni, si avvalgono di materie prime selezionate con cura tra fornitori e piccoli produttori del territorio, tutte con la comprovata tracciabilità made in Italy: la carne arriva dal lago Maggiore, dalla storica macelleria Agazzone, l’olio dall’oleificio Prudenzi di Monteleone d’Orvieto, i formaggi dal caseificio Posticchia Sabelli, le verdure dall’azienda agricola Casati di Bussero.

hamburger

hamburger di Ortobello -Photo Credits @ortobello

Il menu varia a seconda dei momenti della giornata, dalle torte home made (anche senza glutine) per la colazione, che arrivano fresche ogni giorno grazie alla collaborazione con la pasticceria Quattro Quarti Torte, al ricco brunch dolce e salato, all’aperitivo sfizioso che è possibile gustare anche fuori dall’orario canonico dell’happy hour. Se al momento del pranzo a farla da padrone sono una vasta scelta di hamburger inediti, variazioni sul tema club sandwich e insalate, per le proposte della sera il menu è più articolato e comprende piatti più elaborati, che osano abbinamenti insoliti e gustosi, sempre all’insegna della freschezza e integrità degli ingredienti, che si tratti di carne, pesce o pietanze vegetariane e vegane. Il tutto abbinato a vini di etichette italiane di nicchia, anche bio e birre artigianali. 

gli champagne Marguerite Guyot - Pghoto Credits @isabellaradaelli

gli champagne Marguerite Guyot

Questa estate, in collaborazione con WineTip, Ortobello dedica alcune serate a degustazioni di vini del territorio e non, intitolate Di Orti e Di Vigne, e accompagnati da piatti studiati appositamente dagli chef del locale. Io ho partecipato alla serata con gli champagne Marguerite Guyot, la trilogie Cuvée Désir, 100% Pinot Meunier, Fleurs de Flo, assemblaggio di Pinot Noir, Chardonnay e Pinot Meunier, e Cuvée Passion Pinot Noir in purezza.

Ortobello – Hamburger & Joy
Piazzale dello Sport
Milano

P.S.  Un’oasi di relax, musica e gusto per chi trascorre l’estate in città.

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento