Mercato Trionfale
Diario di una gourmet

Roma golosa, tour enogastronomico nel quartiere Prati e dintorni

Situato sulla sponda destra del Tevere, a due passi dal Vaticano, dalla Basilica di San Pietro e da Castel S. Angelo, Prati è il quartiere più chic della città, caratterizzato da eleganti edifici in stile umbertino e palazzi Liberty. Il rione non ha particolari attrazioni, quindi è poco frequentato dai turisti, ma le sue vie e le piazze sono animate da botteghe e locali trendy, che rappresentano lo spunto per un tour all’insegna del gusto e dei sapori.

Il viaggio enogastronomico non che può iniziare dal Mercato Trionfale che, con i suoi 273 banchi è il primo mercato rionale di Roma, ma anche uno dei più grandi d’Italia e d’Europa. Aperto alla fine dell’Ottocento su viale Giulio Cesare, negli anni ’30 si è trasferito nella sede attuale in via Andrea Doria, e nel 2009 è stato inaugurata la nuova struttura in cemento e vetro con un parcheggio con 420 box e 320 posti auto e un ufficio postale. Il mercato è suddiviso per corridoi con corner di colori diversi a seconda della categoria merceologica: verde per frutta e ortaggi (verde chiaro sono i produttori diretti che sono una cinquantina), blu per il pesce e rosso per la carne. Pasta fresca, salumi, formaggi e tante primizie, è bello perdersi in questo trionfo di profumi, colori e sapori.

Panificio Bonci

Chi non conosce Gabriele Bonci? Classe ’77, è il re della lievitazione di Roma, chef, panificatore, pizzaiolo, personaggio televisivo conduttore di Pizza Hero sul canale Discovery+. Nel 2003 inaugura Pizzarium, dove propone la sua versione della pizza in teglia, nel 2012 apre in via Trionfale il panificio Bonci che nasce dal recupero di un panificio storico. Qui si trova tutto ciò che passa per un forno: pane, pizze, focacce, biscotti, brioches, lievitati e dolci vari, tra cui un godurioso maritozzo con panna fresca. Assolutamente da provare!

Enoteca del Frate

Ha appena compiuto un secolo l’Enoteca del Frate, dal 1922 è infatti condotta dalla stessa famiglia, ora giunta alla quarta generazione. Sono quasi 4000 le etichette presenti: vini ricercati ma anche distillati selezionati, provenienti da tutto il mondo. Nel 2000 nasce l’esigenza di integrare quest’ampia offerta di vini con una buona cucina e così nasce il Wine Bar, che negli anni si trasforma in ristorante, un ambiente elegante ed accogliente con mattoni a vista, dove gustare piatti della tradizione romana insieme a proposte creative, abbinate a una bottiglia o a un calice di vino delle oltre 500 in carta.

Paciotti salumeria

E’ un’entrata trionfale quella della salumeria Paciotti, si passa infatti attraverso un bersò di prosciutti che alla sola vista fanno venire l’acquolina in bocca. Dal 1970 è uno dei punti di riferimento della città nel campo di salumi, formaggi, e tante altre prelibatezze italiane e anche straniere. L’esuberanza di Stefano Paciotti, seconda generazione, è contagiosa e vi conquisterà raccontandovi tutto sulle stagionature, su come degustarli al meglio e tante altre curiosità. In bottega anche un’ottima selezione di vini e champagne.

fettuccine al tortellino

Romané, è il ristorante di Stefano Callegari, creatore del Trapizzino, che nel 2021 ha aperto il suo primo ristorante in via Cipro 106. Pareti tappezzate di piatti del buon ricordo, l’associazione a cui il locale appartiene, qui si gustano le ricette della tradizione romana: spaghettoni all'(a)matriciana o alla carbonara, arrosto abbacchiato e la fettona panata, le fettuccine al tortellino, un piatto che più comfort food di così non si può, assolutamente da provare, e un ottimo il pollo alla cacciatora. Tra i dessert ricotta e visciole e il tiramisù.

Castroni

Un altro indirizzo storico è Castroni. La prima bottega dell’omonima famiglia viene aperta nel lontano 1932 in via Cola di Rienzo, come vendita di bevande e succhi. Negli anni vengono inseriti nuovi prodotti italiani e internazionali -olio, pasta, biscotti, dolci, tè, conserve, salumi, formaggi ecc.- e si aggiungono i negozi di via Frattina, via Marconi e anche la torrefazione di Pomezia, dove producono il proprio caffè, proveniente dalle piantagioni del Centro America, dell’Indonesia e dell’Africa.

Secondo Tradizione

Secondo Tradizione, banco & cucina, di proprietà dell’executive chef Alessandro Cecere, è un locale moderno disposto su due livelli, aperto a pranzo e a cena, ma adatto anche per l’aperitivo per gustare un tagliere di salumi e formaggi, ostriche e acciughe del Cantabrico accompagnati da bollicine italiane o francesi.

Mama Shelter Roma - Palco

E last but not list Mama Shelter, hotel eclettico, molto frequentato non solo dagli ospiti residenti, ma anche da una clientela locale: il Giardino d’Inverno, la Pizzeria, il Cabana Bar, il Giardino d’Estate e il Rooftop, sono le variegate offerte in cui gustare i piatti dell’executive chef Andrea Sangiuliano, che propone una cucina romana con un twist internazionale. La settimana è scandita da tanti appuntamenti: dal giovedì al sabato sera il Giardino d’Inverno si anima con Djset o musica dal vivo. La domenica c’è il Brunch per famiglie, con intrattenimento per bambini e tante golosità come pancakes, waffles e crêpes. Il lunedì invece è la serata All You Can Eat Pizza con frittini e un percorso di pizze gourmet. Mentre il martedì Happy Hour dalle ore 19 alle 21.

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento