Trattoria Via Vai
Ristoranti

Trattoria Via Vai

Il locale si chiama così perché quando è nato, più di vent’anni fa, davanti c’era una pesa pubblica, che ora non c’è più. Da qui il relativo andirivieni di mezzi che ha dato l’idea del nome: Trattoria Via Vai.

E’ una piccola ed accogliente trattoria di campagna con pochi coperti, arredata con un vecchio bancone-bar, specchi, vecchie foto in bianco e nero, perlinatura di legno verde alle pareti, colore che viene ripreso nei due mobili che dividono la sala, tavolini e sedie semplici di legno proprio come le trattorie di una volta.

I proprietari sono i fratelli Fagioli: Marco, sommelier che si occupa del servizio in sala e Stefano invece ai fornelli. I fratelli mi ricordano molto due dei tre moschettieri: Marco è l’elegante Aramis, mentre Stefano il godereccio Porthos.

Ecco il menù che abbiamo assaggiato in una fredda domenica d’inverno io e Valentina: terrina di paté di fegato d’oca con cotognata, sformatino di ricotta e spinaci e fonduta di salva cremasco come antipasto. Di primo ravioli ripieni d’anatra al burro e salvia e lasagnetta di radicchio, coste e formaggio grana. Come secondo invece abbiamo scelto coniglio disossato farcito con salsiccia e funghi e baccalà mantecato su letto di patate. Ed infine il dolce: sbrisolona con crema di mascarpone e sorbetto all’albicocca.

Il tutto accompagnato da un Dolcetto d’Alba 2011 dell’azienda Bricco Giubellini di proprietà del giornalista Gigi Garanzini, imbottigliato dall’azienda agricola Conterno Fantino.

Stefano ama molto cucinare e reintepretare le ricette tradizionali del territorio cremasco, utilizzando materie prime sempre di ottima qualità e spesso a km.0.

I suoi preferiti sono, soprattutto nella stagione invernale, gli animali da cortile come l’oca, il fagiano, la faraona, l’anatra. E tutti quei prodotti strettamente legati alla zona come funghi chiodini, zucca, verze, polenta e formaggio Salva.

Non possono mancare nel menù i classici tortelli cremaschi. E anche i risotti cucinati a seconda di ciò che offre la stagione in quel periodo.

Atri piatti che si possono trovare in lista in questo momento: zuppa d’orzo con chiodini trifolati, gnocco di farina latte-ripieno di gorgonzola e verze servito con burro nocciola e nocciola, oca al forno con pipeto, coppa di maiale servita con mostarda di pere e mele, cosciotto d’anatra in confit, guancia di manzo brasata con polenta, torta tenerina al cioccolato fondente e crème brulée.

Ricca ed ampia la scelta di vini, sia italiani che esteri, selezionati direttamente da Marco Fagioli. Coloro che non finiscono la bottiglia possono portarsela a casa e, per chi lo desidera, c’è la possibilità di bere a bicchiere come in ogni buona trattoria che si rispetti.

Alla trattoria Via Vai organizzano anche serate a tema con produttori e prodotti di nicchia come per esempio champagne, formaggi, birre. Durante l’autunno si svolgono “Le domeniche dell’oca” con menù tutti improntati su questa animale declinato in vari modi.

Attesissima e richiestissima è l'”Apoteosi del Fegato Grasso”, una serata a base, come dice il titolo stesso, di fegato grasso d’oca, abbinata a vini alsaziani.

I fratelli Fagioli vendono anche un paté di fegato d’oca prodotto da loro in collaborazione con Jolanda De Colò, oltre che un ottimo salame cremasco preparato da un norcino di fiducia.

D’estate si può mangiare nel cortile interno sotto il pergolato respirando l’aria della campagna che sta scomparendo.

Fatevi spiegare bene la strada per arrivarci perché, soprattutto d’inverno con la nebbia, potreste perdervi nelle stradine di campagna.

 

Trattoria Via Vai

Via Libertà 18

Loc. Bolzone

26010 Ripalta Cremasca (Cr)

Tel. 0373-268232

Giorno di chiusura: martedì e mercoledì, aperto solo la sera tranne la domenica

www.trattoriaviavai.it

 

P.S. una filosofia di vita, quella di rimanere attaccati alla tradizione e alla semplicità che spero che i fratelli Fagioli mantengano nel tempo. Chapeau!

 

Foto di Valentina Oprandientrata Trattoria Via Vaiinterno Trattoria Via Vaiinterno e particolari Trattoria Via Vaiinterno e particolari Trattoria Via Vaiinterno e particolari Trattoria Via Vai terrina di paté di fegato d'oca con cotognata, sformatino di ricotta e spinaci e fonduta di salva cremascoravioli ripieni d'anatra al burro e salvia e lasagnetta di radicchio, coste e formaggio granaconiglio disossato farcito con salsiccia e funghi e baccalà mantecato su letto di patatesbrisolona con crema di mascarpone e sorbetto all'albicoccaMarco e Stefano Fagiolipaté di fegato d'oca della Trattoria Via VaiIsabella Radaelli e Stefano Fagioli

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento