ristorante Da Nadia
Ristoranti

Da Nadia

Avete voglia di mangiare pesce e non abitate al mare? Allora dovete andare Da Nadia!

Il locale si trova nella campagna bresciana, a Castrezzato (Bs), non è facile da trovare, ma un buon navigatore satellitare vi aiuterà. E’ dal 2004 che Nadia Vincenzi si è trasferita qui, ma la tanto ambita stella Michelin l’ha presa la prima volta con Il Desco, il suo primo locale a Sarnico (Bs).

E l’ha mantenuta in questo ristorante con una trentina di coperti, elegantemente arredato in bianco, dove viene proposto solo pesce italiano, del mare Adriatico. Quindi niente branzini e orate. Il pesce viene sempre sfilettato, i crostacei tutti sgusciati. Una cucina con influenze romagnole e molisane, terre dove è nata ed ha vissuto.

La pasta viene tutta fatta in casa e l’unica pasta secca utilizzata sono le tagliatelle di Campofilone. I formaggi arrivano principalmente dal Molise. I pesci vengono grigliati su una griglia a carbone di legna e non viene usata friggitrice, ma i pesci sono tutti fritti in padella. Insomma Nadia ci mette una cura quasi maniacale sia nella cucina che nella gestione del suo ristorante.

Si viene accolti con un cocktail da american bar, sì avete letto bene!, un Mojito preparato a regola d’arte da Lucio Ramunno, responsabile di sala e bartender. Non sono un’amante del Mojito, ma questo è in assoluto il migliore che abbia bevuto, finalmente un cocktail con una personalità. E’ abbinato ad un’invitante entrée: zuppetta di farro e lenticchie con vongole e cozze.

Il pane e i grissini, ça va sans dire, sono home made.

Si inizia alla grande con antipasto di mare freddo e caldo. Per iniziare crudité composta da carpaccio di tonno e mela renetta, tartare di spada con pesca e pepe rosa, ostrica, calamari, scampo e capesanta con noccioline tostate e marmellatina di kiwi limone e zenzero da gustare alla fine per sgrassare la bocca. Poi zuppetta di vongole con bruschettina calda, un piatto da “scarpetta” e Schie della laguna sgusciate con polentina morbida e scampi sgusciati saltati in padella con farina di riso crema di patate e tartufo nero dell’alto Molise.

Accompagniamo la nostra cena con Franciacorta Cabochon Brut 2009 Millesimato dell’azienda Monte Rossa.

Due i primi piatti che Nadia ci propone: stracci di pasta all’uovo con scampi, razza e ricotta dell’alto Molise e gnocchetti fatti in casa con rana pescatrice, entrambi gustosi. Per sfatare la leggenda che nei ristoranti stellati si mangia poco e si esce con la fame, qui le porzioni sono estremamente abbondanti. Infatti non ce la facciamo a prendere anche il secondo perché vogliamo lasciare un posticino per il dolce, ma Nadia insiste per farci assaggiare spiedini di scampi e calamaretti cotti sulla griglia a carbone a legna e vi assicuro che ne è valsa la pena.

Un pre dessert, crema alla vaniglia con nocciole e coulis di lampone introduce due altre delizie: tarte tatin di mele con gelato alla cannella e ganache al cioccolato fondente e crema inglese.

Si conclude la cena con un buon caffè e quattro chiacchiere in compagnia di Nadia, gran donna, che ci racconta di sé e Lucio, abile barman, che ci spiega tutto sui cocktails e come si preparano.

Ottima cucina con pesce al top e buon rapporto qualità – prezzo.

 

Ristorante Da Nadia

Via Campagna 15

Castrezzato (Bs)

Tel. 030 – 7040634

www.ristorantedanadia.com

 

P.S. Scoprire che a una cinquantina di chilometri da casa c’è un ristorante stellato, di cui non si conosceva l’esistenza, non ha prezzo…;-)i piatti del ristorante Da Nadia

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento