Botteghe e Prodotti

Il fotografo che diventò produttore d’olio

Come Oliviero Toscani produce vino, anche Enzo Signorelli ha deciso di intraprendere l’attività di produzione d’olio, affiancandola a quella di fotografo professionista, tra le sue collaborazioni vanta anche l’agenzia Getty Images e il magazine Elle.

Enzo Signorelli – Photo Credits @giovannitagini

Tutto è nato sette anni fa, quando la mamma e le sorelle di Enzo vogliono vendere una piccola proprietà di famiglia, due ettari di terreno alle pendici dell’Etna con poco più un centinaio di alberi di olivo, molti dei quali con oltre un secolo di vita, fondata dal bisnonno nell’800 – con un palmento antico, i fabbricati rurali, olivi, mandorli, pistacchi, fichidindia. Siamo in territorio di Ragalna, uno dei comuni del parco dell’Etna, zona di eccellenza per le olive D.O.P. Monte Etna dove gli alberi vivono in un ambiente incontaminato, molto difficile da coltivare. Gli olivi maestosi crescono tra le rocce laviche, circondati da una vegetazione selvaggia e lussureggiante, arroccati in luoghi non proprio accessibili. Lavorare questa terra richiede molta fatica, qualcuno si fa avanti per acquistarla, ma si scoraggia subito per le difficoltà e così Enzo prende in mano la situazione: compra gli attrezzi necessari e parte per la campagna in compagnia del contadino di fiducia per fargli da assistente nella potatura, rimandata ormai da troppo tempo.

Alberi di olivo secolari prima della potatura - Photo Credits @enzosignorelli.

Alberi di olivo secolari prima della potatura – Photo Credits @enzosignorelli.

Il primo extravergine viene prodotto nel 2013 e anche se non ha ancora la certificazione Bio, ha tutte le caratteristiche per esserlo. La coltivazione degli ulivi è assolutamente naturale, senza l’uso di sostanze chimiche, fertilizzanti o altro sul terreno, sulle piante e sulle olive. L’acidità è prossima a zero, grazie alla caratteristiche del suolo vulcanico che conferisce all’olio un altissima concentrazione di biofenoli, gli antiossidanti naturali che costituiscono uno dei principi attivi più importanti.
Nel 2015, contro il parere del suo contadino e di tutti, decide di anticipare la raccolta approfittando di un’annata eccezionale per la qualità delle olive. Il risultato è un extravergine 100% Nocellara Etnea che il grande Gualtiero Marchesi ha apprezzato moltissimo, grazie all’interessamento di alcuni amici che lo avevano invitato ad assaggiare all’insaputa di Enzo.
Nel 2017 Enzo prende in gestione un secondo uliveto con caratteristiche molto simili e a poca distanza dalla proprietà. E’ un’altra annata eccezionale e produce due extravergine che sono delle cru: uno per ogni oliveto. Un Nocellara dell’Etna in purezza, un monocultivar profumato e deciso, e il Blended di Contrada Difesa, la proprietà di famiglia. Ottenuto da olive Nocellara Etnea mescolate con piccole quantità di altre cultivar e varietà antiche siciliane ormai rare il Blended è un olio molto profumato, delicato con sentori di carciofo, mandorla amara, pomodoro verde, erba. Il gusto è imprevedibile perché le quantità e il grado di maturazione delle diverse cultivar che lo compongono differiscono di stagione in stagione.

Olio extravergine d’oliva appena molito a freddo e le bottiglie d’olio nei due formati
Photo Credits @enzosignorelli

A volte le cose più importanti che facciamo nascono per caso, da coincidenze fortuite, qualche volta per gioco, proprio come la storia di Enzo Signorelli e il suo prezioso olio.
Solo di recente Enzo ha deciso di commercializzare i suoi extravergine che si presentano in una nuova veste con un’etichetta appena ridisegnata. Non si trovano in negozio o in enoteca e nemmeno online. Li conoscono amici, alcuni chef blasonati e gourmet che li hanno apprezzati e assaggiati oppure che li hanno scoperti grazie al passaparola e alle segnalazioni.
Se volete acquistarli contattate direttamente il produttore: Enzo Signorelli 335 6889498, esignorelli@mac.com.

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento