Natale photo credit @kanako
Ricette

Come riciclare gli avanzi delle feste

Durante le feste si cucina sempre tanto, col timore che ciò che prepariamo non sia sufficiente e invece alla fine ci troviamo con un sacco di cibo avanzato e che nessuno ha più voglia di mangiare. Ma è un peccato sprecarlo, e poi il cibo non si butta mai via. Ecco quindi qualche sfizioso suggerimento per recuperare gli avanzi di Natale e dell’ultimo dell’anno. Iniziamo dal cotechino con le lenticchie.

Tartellette di cotechino

Tagliare la pasta sfoglia (utilizzare quella già pronta) a quadrati di circa 8-10 cm per lato, su ciascuno porre una fettina di cotechino, girare i lembi della sfoglia verso l’interno e infornare in forno già caldo a 180°, fino a che la pasta non sarà cotta. Servire caldi come aperitivo o antipasto.

Risotto con pasta di cotechino

Dopo aver levato la pelle, sbriciolare con una forchetta il cotechino, preparare un normale risotto come lo si fa abitualmente e aggiungere verso la fine la pasta di cotechino.

Spaghetti con ragù di cotechino

Sbriciolare con una forchetta il cotechino, sempre dopo aver tolto la pelle. Riporlo in una padella, con un filo d’olio e un cucchiaio o due di passata di pomodoro, far cuocere qualche minuto e mentre si fa bollire la pasta, aggiungere eventualmente un po’ di acqua di cottura. Quando la pasta sarà al dente, scolarla e versarla nel sugo, mantecare e servire con una spruzzata di Parmigiano Reggiano o Grana Padano.

Tortino di patate, cotechino e lenticchie

Lessare alcune patate, sbucciarle e schiacciarle con l’apposito schiacciapatate. Unire un uovo intero, sale, pepe e un po’ di noce moscata, il cotechino spellato e sbriciolato e le lenticchie. Mischiare il tutto, deporre in una pirofila imburrata e cuocere in forno già caldo a 180°-200°. In alternativa preparare dei singoli tortini rotondi o quadrati.

Zuppetta di lenticchie e gamberi

Preparare un brodo vegetale, unire le lenticchie con il loro sugo e anche un po’ di concentrato di pomodoro. Far cuocere per cinque minuti. Intanto far saltare in padella alcuni gamberi con un po’ d’olio, sale e pepe e se vi piace anche del peperoncino. Distribuire la zuppetta in alcune ciotole e guarnire ogni porzione con tre gamberi e un filo d’olio.

Polpettine di cotechino e lenticchie

Lessare una patata, sbucciarla e schiacciarla con lo schiacciapatate, unire il cotechino sbriciolato, le lenticchie, un uovo intero, del formaggio grattugiato e aggiustare di sale e pepe. Formare delle palline, passarle nel pan grattato e friggerle in una padella antiaderente con abbondante olio di semi. Per un tocco più gustoso, fare delle polpette un po’ più grandi e sistemare al centro un tocchetto di gorgonzola.

Polpettine di lenticchie e tonno

Lessare una patata, sbucciarla e schiacciarla con lo schiacciapatate, unire le lenticchie, un uovo intero, del tonno, del formaggio grattugiato, sale e pepe. Formare delle palline, passarle nel pan grattato e friggerle in una padella antiaderente con abbondante olio di semi.

Insalata di cappone

Innanzitutto bisogna sfilettare la carne di cappone e riporla in un’insalatiera. Ecco alcune varianti per condirla: con cipolline e maionese; chicchi di melagrana, uvetta, songino e aceto balsamico; emmental a dadini, peperone sott’olio, olive taggiasche; pomodorini pachino, olive verdi, zucchine a rondelle passate in padella.

Tiramisù di pandoro

Tagliare il pandoro a fette e metterlo in una pirofila, aggiungere qualche cucchiaino di caffè, non troppo sennò si imbeve troppo, coprire con la crema di mascarpone preparata con un uovo, zucchero e vaniglia, proseguire con un altro strato di pandoro di mascarpone. Infine coprire il tutto con una spolverata di cacao. Si possono fare anche delle porzioni monodose utilizzando dei bicchieri dal diametro largo. O in alternativa utilizzare il panettone.

Panettone e Pandoro grigliato

Le fette di pandoro o panettone grigliati possono essere utilizzate per accompagnare formaggi, paté o terrine di foie gras.

Photo Credit @kanakokuno

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento