Botteghe e Prodotti

Da Liquors il cocktail si sposa con il tè

Appena entrata da Liquors mi sono sentita come Carrie Bradshow in Sex & The City. L’ambiente è in stile newyorkese dominato da un grande bancone a forma di u, circondato da alti sgabelli, che invita alla socializzazione.
Non per niente l’idea di aprire il locale, nato nel 2015, è venuta ai due proprietari Gabriele Viola Boros e Massimo Peronetti, imprenditore nel food&beverage il primo, architetto il secondo, proprio durante un viaggio a Manhattan, alla vista dell’insegna LIQUOR fuori da un comunissimo rivenditore di alcolici, che è diventata subito l’impronta del locale.

il bancone del Liquors

Liquors è situato nel centro storico di Monza, a due passi dal Duomo e accanto al ponte dei Leoni,  in un quartiere che è sempre animato, punto d’incontro di tanta gente.
Da qualche mese da Liquors c’è una nuova proposta, quella di abbinare i cocktail al tè, per seguire la filosofia di offrire alla propria clientela solo il meglio, di bere meno, ma bene. Da qui anche la scelta di utilizzare alcolici, superalcolici e tutti gli ingredienti per preparare i cocktails in lista solo con prodotti di alta gamma.
L’idea dell’abbinamento cocktail-tè è venuta a Gabriele Viola Boros in collaborazione con la Tea Sommelier Francesca Natali, uno dei maggiori esperti di tè internazionali, che ha selezionato la carta dei tè e anche gli abbinamenti. Mentre le teiere di ghisa, gli eleganti bicchieri a doppia camera, i raffinati vassoi d’argento e tutti gli altri oggetti del set sono stati scelti da Stefania Aliprandi.

il bartender Niccolò Centemero mentre prepara un cocktail- tè

Un’altra delle particolarità del locale è che il bartender o la barlady in questo caso Niccolò Centemero e Mary Joice Clare Reyes, preparerà il drink proprio davanti a voi, portando con sé la “box station”, la cassetta con tutto il necessario per l’operazione. Un altro modo per far sentire il cliente super coccolato e soprattutto per fargli seguire, passo dopo passo, in diretta tutto il procedimento, spiegando anche i prodotti utilizzati.

il cocktail-tè Martinez

Io ho assaggiato il cocktail Martinez a base di Blackwood 40* Gin, Maraschino, Bitter all’arancia, Carpano Antica Formula Vermouth, abbinato al Oothu Oolong Tea. Tutto viene fatto con molta professionalità, senza fretta, lasciando in infusione le foglie di tè per un tempo di 5 minuti, scandito da una clessidra.
Si inizia prima dal tè caldo, poi un sorso del drink e così via, alternando le due bevande. Il calore del tè si fonde alla freschezza del cocktail in un’armonia di gusto e profumi.

Isabella con il cocktail Mai Tai e l’attestato

Se invece volete cimentarvi nel preparare un cocktail, ogni giovedì sera dalle ore 22, potete passare dall’altra parte del bancone e diventare una temporary – barlady, come ho fatto io, e realizzare un drink a vostra scelta con l’aiuto di Nicolò. Io ho preparato un Mai Tai, nel tipico bicchiere hawayano che ricorda le statue dell’isola di Pasqua. E’ un’esperienza assolutamente da provare ed è anche molto divertente.

l’attestato

E alla fine vi sarà rilasciato un attestato nominativo e con il nome del cocktail preparato.

tagliere con le tapas

Ad accompagnare i cocktail vengono serviti taglieri con tapas caldi e freddi.
Gli altri cocktail-tè proposti in questo periodo sono Clint Eastwood, Old Fashion e Meditazione. Se siete curiosi di sapere come sono fatti e di provarli, andate da Liquors e lo staff del locale ve li farà assaggiare!

Liquors
Vicolo dei Molini 14
Monza
Tel. 331 131 2449
www.liquorsbar.it

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi