BarBellini @hotelducapedenroc
Diario di una It-girl Hotel

Come shakerare i migliori cocktail di hotel del mondo a casa

Dall’Hotel Du Cap-Eden-Roc a The Berkeley, sette hotel iconici di fama mondiale ci svelano i segreti dei loro cocktail  più amati, per poterli ricreare a casa nostra.

Il Bellini all’Hotel Du Cap-Eden-Roc, Antibes, Francia
Creato nel 1948 da Giuseppe Cipriani, fondatore dell’Harry’s Bar di Venezia, il Bellini prese questo nome perché la sua tonalità rosa ricordava a Cipriani il colore di una toga in un dipinto del XV secolo di Giovanni Bellini. Ora è uno dei cocktail più celebri e caratteristici dell’elegante scena sociale della Costa Azzurra. La mixology è stata perfezionata da Christophe Lencioni, capo barman dell’iconico Hotel Du Cap-Eden-Roc aperto 150 anni fa, e il top è berlo seduti nel bar Bellini dell’hotel, che si affaccia sulla Costa Azzurra.

Ingredienti e metodo
140 ml di champagne – 15 ml di crema di pesche o liquore di pesca – 100 ml di purea di pesca fresca
Mescolare tutti gli ingredienti insieme e servire in un flûte da champagne alto e freddo.

 

The Penicillin presso The Berkeley Bar and Terrace, Londra
Classico miscuglio di sapori, The Penicillin è uno dei mix distintivi del The Berkeley Bar. E’ un cocktail a base di whisky, zenzero, miele e limone che lo rendono straordinariamente rinfrescante e perfetto come nightcap per le sere estive.

Ingredienti e metodo
– 40 ml di scotch miscelato – 10 ml di sciroppo di torba – 25 ml di succo di limone – zenzero fresco pelato e grattugiato – miele – ghiaccio
Preparare uno sciroppo in una casseruola con una pari quantità di miele e acqua e dello zenzero fresco grattugiato, portare ad ebollizione, ridurre il calore, cuocere a fuoco lento per due minuti e poi filtrare. Lo sciroppo si può conservare in frigorifero per un massimo di due settimane per cocktail futuri, ma per un bicchiere servono solo 20 ml. Riempire per metà uno shaker con ghiaccio, versare lo sciroppo, lo scotch miscelato e il succo di limone; scuotere con forza. Infine, filtrare e versare sul ghiaccio fresco in un bicchiere corto e aggiungere lo scotch con la torba per aggiungere il gusto affumicato.

Rum Punch dell’isola di Jumby Bay, Antigua e Barbuda
Viene servito come caloroso benvenuto in tutti i resort dei Caraibi, è un classico punch al rum, ed è il drink preferito dagli ospiti che arrivano in barca sull’isola paradisiaca privata di Jumby Bay. Viene preparato con rum locale di Antigua e descritto come “dolce, un po’ aspro, ma pieno di magia”.

Ingredienti e metodo
rum scuro da 120 ml (idealmente rum inglese Harbour di cinque anni) – 30 ml di succo di lime fresco – due linee di bitter Angostura – 30 ml di sciroppo semplice – per guarnire una fetta di ananas, lime e polvere cannella– ghiaccio
Mescolare tutti gli ingredienti insieme (a parte quelli per guarnire e la polvere di cannella), quindi agitare energicamente in uno shaker con ghiaccio. Filtrare e versare sul ghiaccio in un bicchiere corto e guarnire con polvere di cannella, una fetta di ananas e un cuneo di lime.

Hawker cocktail dal Bamboo Bar al Mandarin Oriental, Bangkok
La carta dei cocktail al Mandarin Oriental di Bangkok trae ispirazione da ciascuna delle cinque regioni della Thailandia, in modo che gli ospiti possano fare un viaggio nei sapori caratteristici del Paese attraverso gli ingredienti locali.

Ingredienti e metodo
– 45 ml di tequila (idealmente grassa e lavata con olio di cocco) – 20 ml di sciroppo di citronella – 15 ml di succo di lime – 5 ml di amaro al coriandolo – 30 ml di birra allo zenzero – 2 pezzi di foglia di lime kefir – Un bastoncino di citronella e una foglia di lime kefir, per guarnire – ghiaccio
Shakerare tutti gli ingredienti insieme in uno shaker mezzo pieno di ghiaccio e filtrarli due volte. Servire su ghiaccio e guarnire con il bastoncino di citronella e la foglia di lime kefir.

Bloody Majestic del bartender Emanuele Balestra dell’Hotel Barrière Le Majestic
Inventato a Parigi nel 1921 dal barman Ferdinand Petiot, era uno dei cocktail preferiti da Ernest Hemingway. Emanuele Balestra il bartender alchimista e botanico, chiamato così perché nella preparazione dei suoi cocktail utilizza erbe, fiori e anche miele provenienti dall’orto situato nel giardino dell’hotel e che cura personalmente, lo ha reinterpretato utilizzando il succo del pomodoro giallo, meno acido di quello rosso e che gli dà anche un bel colore arancio.

Ingredienti e metodo
– 6 cl vodka Polugar Classic Rye –  12 cl succo di pomodoro giallo – sale di sedano – 2 gocce di salsa Worchester – 2 gocce di bitter maison alle scorze di limone di Mentone – basilico thai – ghiaccio
Mescolare gli ingredienti con del ghiaccio in uno shaker con la tecnica del throwing, ripetere l’esercizio almeno otto volte per assicurare al Bloody freschezza, leggerezza ed una intensità aromatica ottimali. Guarnire con un rametto di basilico thai.

The Exclusivitea presso SHA Wellness Clinic, Alicante, Spagna
La SHA Wellness Clinic spagnola offre cocktail naturali e analcolici che sono in linea con la sua filosofia di benessere. L’Exclusivetea è povero di zucchero, con qualità antiossidanti e antinfiammatorie, e funge da delizioso shot nutrizionale per gli ospiti.

Ingredienti e metodo
– 15 g di tè Kukicha sfuso – un mazzetto di rosmarino – 1,5 tazze di acqua – fette d’arancia fresche e un rametto di rosmarino per guarnire
Preparare il tè Kukicha in una pentola contenente 1,5 tazze di acqua appena bollita per tre minuti, quindi aggiungere il mazzetto di rosmarino e lasciare in infusione per cinque minuti. Filtrare e servire in un bicchiere da cocktail, guarnendo con una fetta d’arancia e un rametto di rosmarino.

Lychee martini di Nobu al Four Seasons Hotel, Doha
E’ l’highlight dei drinks del menu presso il più grande Nobu del mondo, ed è anche uno dei cocktail più antichi della lista dei Martini signature del locale. Rinfrescante e facile da preparare, è veloce da shakerare e ha il sapore dell’estate.

Ingredienti e metodo
Vodka da 50 ml – Purea di litchi da 90 ml – 10 ml di sciroppo di sambuco o liquore di sambuco – ghiaccio
Aggiungere la vodka, la purea di litchi, lo sciroppo e il ghiaccio in uno shaker, agitare bene, filtrare e servire sopra i cubetti di ghiaccio in un bicchiere da Martini.

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento