Libri

La vita è bella di Emanuele Balestra tra cocktail, erbe, fiori e miele

Il suo motto è…la vita è bella.

Eclettico, coinvolgente e allegro, a soli 39 anni Emanuele Balestra è già un barman famoso. D’altra parte ha cominciato da giovanissimo a viaggiare per il mondo, ed ogni Paese che ha visitato lo ha arricchito di nuove conoscenze e ha contribuito a forgiare le sue esperienze professionali. All’Hilton di Bruxelles ha appreso la raffinatezza e l’eleganza del servizio che ha introdotto al Majestic, dove lavora attualmente. A Glasgow, sempre all’Hilton ha scoperto il magnifico mondo del whisky, di cui si è così innamorato tanto da tornare regolarmente nelle Highlands in cerca di novità. In Polinesia, mentre lavorava sulle navi da crociera del brand Orient Express, è stata l’occasione per occuparsi dei cocktail tropicali Tiki, Mai Tai, Zombie e altri Rum Barrel, serviti in noci di cocco, ananas o in Tiki mug, grandi tazze che ricordano le statuette indigene.

il barman Emanuele Balestra al bar Le Fouquet’s

In seguito il suo lavoro l’ha portato in Australia, e poi a Chicago a dirigere i bar della Trump Tower, e quelli del prestigioso hotel La Mamounia di Marrakesh per la re – opening dopo la ristrutturazione. Fino ad approdare a Cannes, dove lavora tutt’ora ed è responsabile di tutti bar, dell’hotel Barrière Majestic, del Gray d’Albion, delle relative spiagge, di Courchevel, St.Barth e nel 2019 dell’apertura della nuova struttura di New York.

 

le erbe e i fiori che Balestra usa per i cocktail

 

la casetta degli insetti nell’orto botanico

E’ stato alla Mamounia che ha creato il suo primo giardino botanico con le erbe, perché il suo marchio di fabbrica è la la liaison tra alcol e piante. Orto che ha allestito anche a Cannes, dietro la piscina dell’Hotel Barrière Majestic, oltre alle arnie installate sul tetto, ai suoi cassetti dell’erboristeria artigianale dove conserva le erbe che usa abitualmente, fino al piccolo laboratorio in cui da alchimista del gusto, mixa, crea, trasforma frutti, fiori e aromi in gelatine, oli profumati, acqua aromatizzate e altre alchimie. I suoi cocktail passano tutti questi percorsi, fino ad arrivare ai bicchieri, che Emanuele sceglie con cura nelle vetrerie di Biot.

cocktail

Emanuele ha così deciso di mettere nero su bianco tutte le sue originali creazioni pubblicando il libro Majestic Cocktails, dove svela tutti i suoi segreti nel campo della mixology e che contiene le ricette di una trentina di cocktail. Qualcuno fa parte della bartisserie, termine coniato da Balestra per riprodurre in un bicchiere i sapori golosi dei grandi classici della pasticceria come il tiramisù, il Paris-Brest o la crêpe Suzette. L’autore rivisita numerosi cocktail tra quelli che non passeranno mai di moda: Dry Martini, Caïpiroska, Negroni, Margarita, Manhattan. Ad ognuno ha dato il suo tocco personale, una nuova identità e una nuova vita, utilizzando aromi e profumi naturali: limone di Mentone, rosa centifolia, fiore di finocchio, rosmarino, lavanda e salvia. Nel libro non solo ricette, ma anche il racconto dell’infanzia sul lago Maggiore e dei suoi viaggi intorno al mondo.

Emanuele Balestra alla presentazione del libro a Les Etoiles de Mougins

Emanuele Balestra ha presentato il volume i primi di giugno a Les Étoiles de Mougins, festival de la gastronomie della Costa Azzurra, giunto alla 13a edizione, che si è tenuto nell’omonimo villaggio e che richiama ogni anno chef di fama internazionale.

Leggere Majestic Cocktails e guardare le immagini, fa venire voglia di assaggiare i suoi cocktail, seduti al bancone del bar Le Fouquet’s Cannes, regno del barman Balestra, che vi coinvolgerà con i suoi racconti.

 

Majestic Cocktails di Emanuele Balestra

Les Editions du 30 Décembre

Prezzo: 24,90 €

 

Come raggiungere la Costa Azzurra? Con Thello, giovane compagnia ferroviaria che propone collegamenti diretti tra l’Italia e la Francia a prezzi accessibili. Dalla stazione centrale di Milano in poco più di quattro ore e mezza si raggiunge comodamente Nizza. Per info e prenotazioni consultare il sito: www.thello.com

 

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento