Tenuta del Buonamico
Hotel Vino

Vino, arte e cucina km.0 alla Tenuta del Buonamico

Le dolci colline della Lucchesia fanno da sfondo alla Tenuta del Buonamico situata ai piedi di Montecarlo, delizioso borgo medioevale di poco più di 4000 anime.  Il wine resort si contraddistingue per la particolare architettura moderna che si integra alla perfezione con l’ambiente circostante, con grandi travi in legno ad arco che sorreggono il tetto di colore verde, che ricopre un grande spazio con terrazza panoramica, dove si trovano il ristorante e il bar. 

suite Royal

Buonamico wine resort dispone di 11 eleganti camere e suite dallo stile francese, tra cui spiccano le suite Royal, ognuna delle quali porta il nome di un vitigno, caratterizzate da un colore differente, dall’ampia metratura e da una terrazza che si affaccia sul giardino. Io ho soggiornato nella Vermentino. Alle pareti quadri contemporanei e colorati che testimoniano la grande attenzione per l’arte da parte della proprietà, e che si ritrovano in tutta la struttura e anche in cantina.

Halo Giga

L’ultima opera d’arte acquisita è Halo Giga, posizionata tra i vigneti, un’installazione luminosa del progetto Origin dello Studio Mandalaki di Milano. Alta 180 cm e orientabile grazie a uno snodo di 90°, proietta una forma circolare che può raggiungere i 10 metri di diametro, di colore rosso/arancione e blu intenso, per ricordarci o farci riflettere sulle naturali tonalità della natura, come l’alba o il tramonto, ideale sia all’aperto come il posizionamento attuale, sia al chiuso, dove verrà spostata in futuro proprio all’interno della cantina stessa come altre opere già presenti.

ristorante Syrah

Il ristorante Syrah è condotto dallo chef Stefano Chiappelli, classe ’86 nativo di Lucca, che propone una cucina dall’anima toscana, ma rivisitata con le più moderne tecniche, dove tutti gli ingredienti utilizzati sono di alta qualità, stagionali e rigorosamente a km.0come tutti i prodotti che vengono impiegati e serviti nel resort: dalle bibite, alle birre fino ai liquori.
Al ristorante Syrah della Tenuta del Buonamico, a Montecarlo, porto la mia voglia di sperimentare senza abbandonare la purezza e l’integrità dei sapori della mia terra.” spiega lo chef “La mia passione per la cucina nasce fin da bambino, guardando ed assaporando i piatti di nonna e di mamma”.

Ecco alcuni piatti che ho assaggiato, anticipati da un fuori menu: un assaggio dei miei tanto amati crostini toscani, cipollotto fritto con salsa bernese e burrata Igp toscanaspuma di patate, gambero confit, corallo al nero di seppia; cappelletto ripieno di Robiola, guazzetto di polpo e scorza di limone canditorollé di coniglio morbido e croccante, patate schiacciate e peperoni in agrodolce.

cantina Inferno

Le proposte sono state abbinate ai vini della tenuta che copre un’area di circa 100 ettari, 45 dei quali vitati con diversi uvaggi solamente da ceppi nobili, come Vermentino, Chardonnay, Viogner e Sauvignon Blanc per le uve a bacca bianca e Canaiolo, Cabernet Sauvignon, Syrah e Sangiovese per quelle rosse, mentre gli ettari restanti sono boschivi o uliveti. 

Eugenio Fontana

La storia della tenuta risale al 1964, quando un gruppo di ristoratori torinesi la fondò con lo scopo di rifornire i propri locali con i vini toscani. L‘azienda è stata poi acquisita nel 2008 dalla famiglia Fontana: papà Dino già produttore d’olio vicino Lucca, decise insieme al figlio Eugenio di celebrare la tradizione vitivinicola della zona, sotto la Doc MontecarloOgni anno vengono prodotte circa 300.000 bottiglie, tra rossi, bianchi, rosati e spumanti, lavorate, invecchiate e imbottigliate nella cantina che, accanto ai nuovi locali, mantiene la sua parte storica “L’Inferno” dove sono custodite tutte le annate dei vini prodotti dal 1964 ad oggi, e dove, su richiesta, vengono organizzate degustazioni private.

Tra i vini più interessanti dell’azienda: Particolare Brut Rosé, da uve Sangiovese e Syrah vinificate in bianco con metodo Charmat, 120 giorni di fermentazione, affinamento di alcune settimane in autoclave e 60 giorni in bottiglia, al naso presenta iniziali note di rosa canina che lasciano spazio a sentori di amarena, lampone e fragola, gusto fresco e complesso con equilibrata acidità e dal perlage fine e persistente, perfetto come aperitivo.
Lo spumante Particolare Dolce, 100% Moscato, metodo Charmat, semi dolce di buona intensità e persistenza aromatica, con note di salvia, miele, fiori d’arancio, frutta esotica e noce, al palato risulta morbido, floreale, intenso, con lunga persistenza e un perlage fine ed elegante.
Il Fortino 2017 Igt, Syrah in purezza da uve provenienti dalla vigna di Syrah più vecchia d’Italia, fermentazione in accaio inox e affinamento in barriques di rovere francese per circa 18 mesi, fragrante naso di sottobosco, more, note balsamiche e speziate, tannino fitto e morbido, integrato all’acidità e alla corposa struttura gli conferiscono un gusto sapido, strutturato ma equilibrato.

piscina

Il resort dispone anche di una grande piscina esterna con area relax, con vista panoramica sul borgo, e circondata dai vigneti e le piante di ulivo. Inoltre il Buonamico wine resort è il punto di partenza ideale per scoprire e visitare il territorio: da Lucca e la Lucchesia, alla Versilia, fino alla Garfagnana, per poi ritornare di sera alla base e godersi il tramonto sulle colline, con un gradevole venticello che soffia, e un calice di vino in mano.

Buonamico Wine Resort
Via Provinciale di Montecarlo 43
55015 Montecarlo (Lu)
Tel. 
0583 1809796

Ti potrebbero interessare anche

No Comments

Lascia un commento